Banner
Abstract
Riabilitazione
Cervicalgie e cervicobrachialgie nel rugby
pubblicato nel Settembre - Ottobre 2013 in Sport&Medicina - fascicolo n.5
Riabilitazione Azimut

L’incidenza di traumi cervicali nel rugby è relativamente frequente, a causa dell’elevato rischio generato da situazioni quali contatti, mischie, placcaggi e traumi in caduta. Dovendo eseguire un primo soccorso, è fondamentale escludere la presenza di eventuali traumi cranici e di fratture cervicali: la valutazione dell’atleta si avvale dell’esame clinico. Gli obiettivi del trattamento sono l’inibizione della muscolatura interessata e la normalizzazione delle zone disfunzionali individuate a distanza. L’approccio riabilitativo sarà polivalente, sottolineando tuttavia l’importanza del trattamento manuale.